3.4.17

Cicerchiata di Nicola

La cicerchiata per la prima volta l'ho assaggiata a L'Aquila, in una casa universitaria un pò sgangherata, fatta dal nostro amico Nicola. 
E' stato amore a primo assaggio anche se non l'ho mai fatta. Dopo essercene andati da L'Aquila, ahimè, non ne ho piu mangiata.
Quest'anno ho provato a farla ma la riuscita non è stata un granchè, per cui ho chiesto lumi al nostro saggio Nicola ed ecco qui la ricetta dei miei ricordi, che riproporro, magari al prossimo carnevale!

Ricetta tipica abruzzese, questa viene direttamente dalla prov di Chieti e potete fidarvi che è molto buona! 


CICERCHIATAIngredienti
-per l'impasto:
2 uova
3 cucchiai di zucchero
farina qb

-per la decorazione
100 g miele di acacia

olio di arachide per friggere

Procedimento
Formare un composto omogeneo e lasciar riposare 30 minuti. Procedendo come per gli gnocchi si fanno delle piccole palline e poi si friggono in abbondante olio di arachide.
A parte, in una pentola capiente, si mette il miele che va fatto bollire fin quando, fatto colare su un piatto, non scorre troppo (circa 5 minuti).
Si spegne, si aggiungono le palline fritte e velocemente, con le mani bagnate, si modella sul piatto da portata a forma di ciambella o si mettono in ciotoline monoporzione. Decorare, a piacere, con zuccherini colorati.

Nessun commento:

Posta un commento


Back to Top