17.2.14

Tassisti e cose che non si dicono


Una delle cose che non avrei mai pensato potesse succedermi, e invece m'è successa.
Io, il Finn e il caro Angiuuu prendiamo un taxi per il ristorante.

Il tassista, pakistano, ci chiede da che parte del mondo veniamo.

Italia.
United States of America.

Al sentire USA il tassista si fa stranamente interessato.
E poi se ne esce con una frase davvero incredibile.

E, rivolto al povero Angiu, gli fa :
- Che dici, ci sono tanti terroristi in Pakistan?

Ora questa domanda fatta ad un cittadino americano di NYC non è proprio il massimo.
Abbiamo cercato di sdrammatizzare e anche Angiu ha fatto finta di nulla e ha dato una vaga risposta....

-I guess.


Senza parole, ragazzi.
Della serie, quando l'aria si taglia con un coltello.



Nessun commento:

Posta un commento


Back to Top