28.1.14

Cavoletti di Bruxelles in salsa di limone e pinoli

Qui la primavera imperversa.
Sotto casa ho scoperto di avere un parco molto bello, pieno di barbecue e fiori e verde. 
Niente sabbia, l'avreste mai detto?

Petunie come se piovessero e ogni giorno in combinazioni diversamente psichedeliche.

Alberi e palme, a milioni. Pare che il nostro amato fu padre Zayed come prima cosa, dopo il suo insediamento, avesse fatto piantare un numero di alberi indicibile. Milioni. 
E se accidentalmente la tua auto sradica un albero ti arriva a casa alla velocità della luce una multa col costo dell'albero + il costo per il suo svezzamento fino all'età del defunto. Del resto siamo del deserto, e un albero qui è un investimento!

Il mio albero preferito, che già il secondo giorno mi ha ammaliato è quello della plumeria frangipane. Profumatissimo. E bellissimo. Proverò a farne una talea per l'estate.

Insomma sotto casa mia c'è questo Heritage park che è tutto un brulicare di gente nel weekend, perchè se non lo sapevate qui c'è la moda del picnic  nel weekend. Prendi la famiglia, i bambini, i nonni decrepiti, il cibo, i tappetti, le sedie da campeggio, la shisha e tutto l'occorrente e via nel parco preferito a fare il picnic del venerdì. E' un assedio. Ben diverso dalle mie scampagnate da bambina che erano un evento più unico che raro. Qui il picnic è sacrosanto e lo fanno tutti- almeno gli arabi veri! Praticamente al supermercato la zona stiamotuttiinsiemeallariaaperta  non viene mai smontata- non è stagionale!



Ieri invece sono stata a fare un pò di spesa alla ricerca di uno spargifiamma- vi racconterò che mi è successo- e mi sono imbattuta in dei fantastici (per la zona) cavolini di Bruxelles!

Quindi ieri sera si è sperimentata la ricetta di cui voglio parlarvi oggi.




Cavoletti di Bruxelles in salsa di limone e pinoli



Ingredienti

una manciata di cavoletti di Bruxelles
1 cucchiaino di scorza di limone tagliata a listarelle
un cucchiaio di pinoli
pangrattato da pane integrale
un cucchiaio di cipolla tritata finemente
olio evo (oppure burro)



Procedimento. Lavare per bene i cavoletti e cuocerli a vapore per circa 10 minuti, finchè una forchetta non li attraverserà facilmente, ma prima che scuocciano. Altrenativamente potete buttarli in acqua bollente per 5 minuti.

Nel frattempo far rosolare l'olio con la cipolla in una pentola e appena questo sarà leggermente dorato aggiungere i pinoli tritati e infine le scorzette di limone. Togliere dal fuoco dopo qualche minuto e lasciar riposare.
Appena i cavoletti saranno pronti toglieteli dal vapore e metteteli sul piatto da portata.
Su una pentola mettere altro olio  e del pangrattato a formare una salsina (col burro viene meglio- che ve lo dico a fà!) e quando sarà pronta (2-3 minuti) amalgamatela ai pinoli e al limoni e versatela sui cavoletti preventivamente salti.
Enjoy!
Se i cavoletti non vi piacciono sappiate che in casa mia c'è qualcuno che una volta è riuscito a farne indigestione: il Finn! in una delle sue confessioni in cucina mi ha rivelato che per lui sono come popcorns! :) 
E poi adesso che ho l'accessorio giusto per la cottura al vapore è un vero piacere scoprire di volta in volta il gusto reale di quello che mangiamo. Ve la consiglio, anche perchè è molto veloce!

AGGIORNAMENTO. Con questa ricetta, su gradito consiglio della Lo, partecipo alla raccolta di Salutiamoci ospitata questo mese da giroVegando con tema gli agrumi!  

Sono davvero felice di potervi partecipare perchè è da tanto che ci pensavo ma non ne avevo mai avuto occasione... e finalmente ce l'ho fatta!!! 

Partecipate anche voi, vi si apriranno spiragli di cucina naturale inaspettati! da perdercisi dentro!

13 commenti:

  1. Ohhhh invidia a tonnellate: anch'io voglio la primavera! Tanto per dire, oggi qui nevica...
    P.S. Anch'io ADORO il frangipane <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si puo nn amare il frangipane? lo so che sembro stronzissima...ma a a me un po di neve manca... non troppa, qb!

      Elimina
  2. Deliziosa la ricetta... e che voglia di primaveraaaaa!! <3 Io ho un olio corpo al frangipane.. ha il profumo dei sogni! E con la neve in arrivo.. avrei voglia di scappare! Un bacione e un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ely che bello risentirti e rivederti! un abbraccio

      Elimina
  3. qui a Palermo pioveva fino a poche ore fa da pauraaaaa

    RispondiElimina
  4. Che bello!!!!! Anche io in Australia adoravo gli alberi di frangipane hanno dei fiori stupendi! A sentir parlare di picnic mi fai venire una voglia d'estate!!!!!!!!! :D

    RispondiElimina
  5. ...pensa che io adoro i cavoletti, ma Brivido non può annusarli a raggio amplissimo...
    magari la tua ricetta ne rabbonisce l'odore...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mmmmm.... il cavolo profuma sempre di cavolo... col Finn ho lo stesso problema, per cui li cucino quando lui nn c'è...e poi li utilizzo nelle ricette!

      Elimina
  6. oddio che goduriaaaaaaaaaaa...ma perchè non la porti a Salutiamoci di gennaio...su su fai presto che è tardi :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi velocizzo!!! grazie Lo... partecipo subito!

      Elimina
  7. Ciao Serena,
    grazie mille della tua partecipazione con questa appetitosissima ricetta :-)
    La inserisco subito, ti chiederei solo di specificare che il pangrattato sia integrale o semintegrale, per il resto è perfetta :-)
    A presto!

    RispondiElimina
  8. è una ricetta molto interessante, anche perchè oltre che alla cottura la ricetta con gli ingredienti rende i cavoletti di bruxelles adatto ai bambini

    RispondiElimina


Back to Top