31.1.13

Regali di San Valentino_ per LEI

Gennaio è finito. Ufficiale.
Iniziamo a pensare a San Valentino. Lo so, lo so: troppo superficiale, troppo all'insegna del consumismo, troppo...
Ma a me San Valentino è sempre piaciuto. Per i dolci e la cioccolata. Per il rosso e i cuoricini. Per programmare week end romantici e cenette a lume di candela  (anche solo programmati eh).

E ovviamente adoro ricevere regali, che ve lo dico affà? essì che spendo poco, magno poco, bevo poco, compro poco...tutto poco. Però i regali non me li toccate, vi prego!

Regali per la fidanzata a San Valentino? vi lascio qualche spunto!
1. Il mitico braccialetto di Tiffany &co. Inutile spiegare, no?
2. Orecchini a forma di cuore, in diamanti. W O W
3. Se la vostra lei ama le carte e la romanticheria.... cuori ferma carte con scritta super romantica o pungente. Io li adoro.
4. Cos'è? non è un gioiello, no! è uno sbuccia arance! nn ci credete.... sbirciatelo sul sito di Alessi!
5. Un simbolo, l'infinito, da appendere a collo, per ricordarsi che nulla può dividervi.
6. Una tovaglia da mettere sul tavolo insieme a dei manicaretti preparati da voi. Il regalo piu bello.
7. La mitica borsetta a forma di cuore con le stampe del mondo. Della serie "insieme gireremo il mondo" oppure "guardatelo in foto il mondo che non ti ci porto" DOH!

8. La coperta con le maniche per due. Due come noi che sprofondano nei libri e ogni tanto si guardano ridacchiando tra i baffi.
9. IL regalo. Andatevene a Parigi. Comprate un biglietto e perdetevi per le vie. Fatevi accarezzare dal vento pungente e sbranate croissant.

Io? che vorrei quest'anno? tempo per noi due e coccole e risate a crepapelle.

29.1.13

film da vedere, assolutamente

Di film da vedere ce ne sono un'infinità, e io di certo non sono un'esperta, ma vi lascio qualche titolo, di quelli che mi hanno rapita, fatto riflettere, destabilizzata, stupita, meravigliata, accarezzata e lasciata senza parole. Questo post si aggiornerà di volta in volta che avrò scovato quelche perla, per cui, state sintonizzati, o se volete iscrivetevi al feed (QUI).


Parto da quelli che mi son rimasti impressi nella mente, nitidamente:

  • This must be the place, di Paolo Sorrentino. Con uno straordinario ed insolito Sean Penn: Cheyenne, ebreo, cinquantenne, ex pop star di musica goth, rossetto rosso e cerone bianco. La colonna sonora è uno spettacolo, e certe inquadrature ti emozionano come davanti un'opera d'arte. Ne parlo QUI
  • Baàriadi Giuseppe Tornatore. Ne parlo QUI.
  • La migliore offerta, di Giuseppe Tornatore. Un film che intriga ma non ha un granchè di speciale finchè.... finchè non ti lascia a bocca aperta e ti fa uscire dalla sala senza riuscire a parlare. Perchè ogni falso ha in se qualcosa di autentico.
  • Into the wild,di Sean Penn. Per capire cos'è la libertà e fin dove ci si può spingere. Paesaggi e colonna sonora stupendi.
  • Mystic River di Clint Eastwood. Perchè nulla è come sembra e al destino certe volte piace giocare. 
  • Julia and Julie di Nora Ephron. Sulle vite della stramba Julia Child e di una modernissima blogger. Se siete foodies non potete perdervelo.
  
 E se amate i film d'animazione giapponesi un pò magici, ma anche se non li amate:
  • La città incantata di Hayao Miyazaki
  • Il castello errante di Howl di Hayao Miyazaki
  • Arrietty - Il mondo segreto sotto il pavimento di Hiromasa Yonebayashi
  • Il mio vicino Totoro di Hayao Miyazaki

28.1.13

Che sta succedendo qui...

Che sta succedendo qui?

Spaghetti alle vongole

 Eccoci qui. E' domenica, fuori batte un tiepido sole e il pane è in lievitazione.
Stamattina ho visto una lontra che si lavava il musetto.Una LONTRA, Sì. L'ho vista alla foce di un fiume, tuffarsi.
L'aria fredda mi pungeva il viso.
Ho comprato due tute, perche di questi tempi mi va una vita comoda.
Ho fatto una maschera all'argilla, perchè necessitavo di un rituale.
C'è bisogno di rituali, tempi ed abitudini stabili. Io che di abitudini ne ho davvero poche.

24.1.13

Sookie e i marshmallows al riso soffiato

Comunque non c'è storia. Secondo me la prima foodie è stata lei.
Che tu la guardi e pensi : "questa si che ci sa fare col cibo. E che idee.  E che aplomb in cucina."
Certo non è Nigella, moderatamente sinuosa.
Ma in cucina si muove come un pettirosso e la sua storia d'amore è leggera come una piuma, e ricca di piccole tenerezze.
Il che è più è ben più importante.

23.1.13

Broccoli con patate velocissimi

Martedì, cacchio. Avrei detto, a sensazione, che era almeno giovedì. 
E vabbè, resisto.
Stasera ho un match da affrontare, contro il buco nero del mio bilancio. Tendo al minimo.

Questa la dovete sentire. Stamattina mi arriva un sms di mia madre :
"Tua sorella dice che per come ti vesti non dovresti circolare". 

21.1.13

Pasta con salmone fresco al vapore

Ho appena finito di lottare con la griglia del forno che da marroncina è tornata di un acciaio brillante, ho impastato la pizza per stasera, messo il pane in lievitazione per le ultime 3 ore, steso i panni e spostato quelli semi-asciutti vicino al termosifone, sulla scaletta del letto a castello che ormai è diventata uno stendino. 
Certo, è anche vero che stamattina mi sono alzata così tardi che un bradipo malato mi fa un baffo.
Che ieri sera ho fatto tardi.
Che ci sono due milanisti sfegatati in soggiorno a farmi spaventare il gatto.
Che oggi avrei voluto una giornata da almeno 48 ore, per poter far tutto.

Che oggi ho fatto una pasta buonissima.
Ecco, perchè il salmone è un pesce che ad un certo punto stufa, ma è anche vero che è un pesce dalle innumerevoli proprietà e che ha un ottimo rapporto qualità-prezzo.
Per cui in tempo di crisi comprate il salmone, non comprate gli scampi, ma ancora meglio comprate pesce proveniente dal vostro mare. Io oggi avevo il salmone.

PASTA CON SALMONE FRESCO AL VAPOREIngredienti (per 3 persone)
1 fetta di salmone piuttosto grande
1 cucchiaio di brandy/vodka
1 porzione di robiola 
250 g tagliatelle di Campofilone
olio, sale, cipolla rossa qb

Procedimento. 
1. Per prima cosa far cuocere il salmone al vapore. Io uso la pentola a pressione: metto un bicchiere d'acqua sotto la grata della pentola e lascio cuocere 5 minuti dal momento in cui la pentola inizia a fischiare. A quel punto con attenzione togliere dal fuoco, far uscire il vapore e sminuzzare il salmone togliendo spine e pelle.
2. In una pentola far soffriggere con un pò d'olio la cipolla rossa e quando questa sarà dorata aggiungere il salmone e sfumare con un cucchiaio di brandy.  Dopo qualche minuto aggiungere la robiola, salare,  amalgamare per bene e togliere dal fuoco.
3. Mettere a bollire l'acqua per la pasta e a bollore buttare le tagliatelle che cuoceranno in due minuti. Scolare e amalgamare con il condimento su fiamma moderata.
Enjoy!

18.1.13

Mercatini di Natale: Bolzano+ Innsbruck

Lo so, sono sempre in ritardo e costantemente fuori tempo massimo... perciò, in perfetto stile Serena oggi vi mostro le foto che ho fatto a dicembre, ai mercatini di Natale.
A Novembre, come sapete, avevo visitato San Gregorio Armeno a Napoli, famoso per i suoi presepi.
A Dicembre mi sono diretta molto a Nord: Bolzano e Innsbruck. Qui i mercatini natalizi iniziano l'8 dicembre e finiscono subito prima di Natale e l'atmosfera che si respira è proprio giusta anche per quel che riguarda le temperature.

A Bolzano
 {Piazza Walther, Bolzano}

10.1.13

Ce l'ho fatta.

Sinceramente non credevo di riuscire a sopravvivere a questa settimana di ritorno dalle vacanze. Invece é venerdì e siamo già in attesa delle vacanze di Pasqua! Arriveranno arriveranno. Voi come avete preso questo ritorno alla realtà? Lo so lo so mi lamento ma sono molto fortunata perché ho avuto molti giorni di pausa e invece c'é chi non ha mai davvero staccato, gente che ammiro tantissimo. Anche se poi penso a quando ero piccola e trovare un negozio aperto certi giorni era impossibile. A quando dopo le 19:30 la spesa non potevi farla più e sono un Po nostalgica.
Comunque stasera come tutta la settimana ho un solo desiderio : infilarmi nel pigiamone... non vedo l'ora.
Un bacio
Serena

9.1.13

Ciao Ciao 2012... giweaway!!!

A Gennaio vagavo per casa del Finn cercando di immaginarmi la mia vita lì. 

A Febbraio scoprivo cos'è il downshifting, lo scalare la marcia, scoprivo di avere un troll per vicino di casa e cercavo di trovar casa a certi cagnoloni.

 A Marzo  dipingevo il gazebo con l'aiuto del Finn e del Toporatto, svelavo il mio imminente matrimonio e gioivo dei primi raggi di sole.

Ad Aprile io ero stressata ed il Finn disperato a causa del letto comodo. Abitavamo  a L'Aquila, in tre, in un monolocale. Ma ad Aprile ho conosciuto la Lo.

A Maggio il Finn ha cantato sotto il mio balcone, Lina mi ha ha dato consigli di portamento, mia nonna mi ha parlato dopo anni,  ho indossato abiti chic , tracciato bilanci di mancanze presenti e future e di presenze inspiegabili.

A Giugno è successo di tutto. Ci siamo sposati, siamo partiti, siamo tornati, ho festeggiato i 30 anni e ho cambiato dimora. Mi sono fatta mille domande e mille paranoie, ho sentito forte la mancanza di casa, dei miei. E' stata dura.

A Luglio ho ricominciato a cucinare, dopo essere partita e tornata l'ennesima volta. In una cucina mia, con cose mie, su ricette mie. Mi sono misurata sottratta all'arte dello stiro, ho riflettuto su chi aveva senso portarsi nel cuore nel viaggio della vita, ho tirato i bilanci del primo mese di matrimonio.

Ad Agosto ero in spiaggia che mi prendevo pause caffè dalla vacanza. Mi sono persino pallidamente abbronzata. Ho salutato tra nuvole a forma di tartaruga e di lepri il mio amato Spinello, che ora è in cielo a rincorrere un osso di nuvola. E l'ho salutato stringendolo forte e facendomi forza perchè lui aveva bisogno di me e io dovevo esserci, nonostante il male che fa.

A Settembre ho fatto una strage, mentre scoprivo una passione, e riflettevo sull'avere 30 anni.

Ad Ottobre arrivavano loro a salvarsi e a salvarci. Ri-iniziavo il pilates e cercavo una cura al grigiume. Lei mi ha aiutata molto in questo.

A Novembre ho dato fuoco alla cucina, ho partecipato al concorsone e mi sono fatta una vacanza dalla Bat, che intanto poneva le basi per una storia d'amore idilliaca. Sono stata a Napoli. Ho dato consigli per rimediare a settimane NO. Mi sono appassionata a Masterchef e ho provato per la prima volta la beauf bourguignone

A Dicembre ero ormai stanca dell'anno e si sono susseguite settimane NO. Ma ho sentito voi blogger/lettori molto vicini, e questo mi ha scaldato il cuore.
 
Il 2012 ci ha lasciati... com'è stato per voi?
 Siete già dentro il 2013 o stentate ancora? Il calendario l'avete appeso? Vi piacerebbe appendere questo bel calendario di pelosetti?  

Se è così partecipate al mio giveaway!!! 
Come?
2- lasciate un commento qui sotto
3- incrociate le dita  :)

e per voi sarà un anno pieno di slinguazzate e pelosetti!!!! ;)

.... dimenticavo il giveaway scade il 10 gennaio 2013!!! 

AGGIORNAMENTO.Ecco a voi l'estrazione!!!!

Random Sequence Generator

Here is your sequence:
1
8
4
3
7
5
6
2
Timestamp: 2013-01-12 19:18:31 UTC


Indi per cui la vincitrice è Silvia!!!! Silvia contattami e ti spedisco il tuo calendario peloso!!!! ;)

4.1.13

Outfit di capodanno

Ehila...  Allora? Io durante le feste mi sono rilassata come un bradipo al sole. Ho recuperato il sonno e sono pronta per tornare alla routine. NO, non è vero. Sono gia in crisi per il prossimo lunedi ma cerco di nn pensarci.
Il mio outfit di Capodanno? Essí... quest' anno ho osato con ciglia finte e abito brillante...  E voi? Fatemi sentire come avete osato nell ultima notte del 2012..
Ps. A causa dell'applicazione delle ciglia sono arrivata un po lunga sul countdown... Diciamo che il 2013 mi ha colta di sorpresa...

1.1.13

Buon 2013...

 [scusate la foto, ma il concetto è importante]

Back to Top