2.5.13

Orto sul terrazzo: prototipo#1

Come farsi un orto se un orto non ce l'hai.
Complice un corso tenuto da due bravissimi ricercatori di Hortocity eccomi qui a raccontarvi qualcosa che ho imparato.
L'orto sul terrazzo si può. Anzi, si deve.
Oggi voglio mostravi un'idea meravigliosa che può diventare realtà e dare, letteralmente, i suoi frutti.
Primo pensiero: e mo? come si fa?
Ecco, io non ho riprodotto il prototipo perfettamente, ma ho seguito le istruzioni recepite al corso.

Coltivare le fragole in bottiglia, sul terrazzo. 
Anche se il terrazzo è 2metri per1. 
Un orticello verticale. EVVIVA!



Le fragole poi danno anche una certa soddisfazione perchè crescono realmente a vista d'occhio... ingrandiscono, diventano rosa e poi puff: rosse. E intanto nuovi fiori.
Vi consiglio di provare perchè è davvero una cosa semplice, ma molto rilassante e divertente.
Infine se avete dei bambini è qualcosa di estremamente educativo. E' qualcosa che va oltre.

Detto questo, ecco a voi un piccolo tutorial sul prototipo#1, che ancora va perfezionato!
Io ho trapiantato 2 fragole e 1 pomodorino, ma conto nel week end di produrre un prototipo#2 con sedano e basilico.


ORTO IN BOTTIGLIA, SUL TERRAZZO

Occorrente
3 bottiglie
qualche bottoncino vecchio
filo da pesca
una piccola quantità di terriccio
1 pezzettino di stoffa (per filtrare)

Procedimento
0. Tagliate il fondo delle bottiglie e forate con l'aiuto di un coltello o di una forbice il tappo.
1. Annodare un bottoncino ad un filo da pesca lungo circa 30 cm
2. Farlo passare nel buco del tappo, facendo capitare il bottone nella parte interna (per ogni bottiglia)
3. Annodare all'altra estremità del filo un bottone piu grande/pesante oppure un piccolo bullone/vite e riavvitare.(per 2 bottiglie)
5. Forare lateralmente le bottiglie (2 buchini opposti) con un chiodo passato su una fiamma.
6. Assembliamo. Facciamo passare il filo da pesca nei buchetti laterali delle bottiglie e impiliamole una sull'altra lasciando lo spazio per la crescita della pianta, fissando il filo e annodandolo. Ovviamente l'ultima bottiglia sarà quella senza bottoncino e filo.
Prendiamo le bottiglie con il tappo avvitato e mettiamoci dentro un pezzetto di stoffa filtrante e poi un pò di terrume. 
Ovviamente dalle bottiglie sovrastanti penderà quel pezzo di filo con il bulloncino, che andrà affogato nella terra della bottiglia sottostante, fungendo da gocciolatoio per l'acqua.
Sotto l'ultima bottiglia metteremo un sottovaso, o un pezzo di fondo di bottiglia tagliato in precedenza.
Ecco fatto!
Metteteci le vostre piantine di fragole.

Proprio ieri riflettevo sul fatto che sono stata fortunata: mia nonna da piccola mi ha insegnato cose che uno pensa un bambino non debba sapere, ma che oggi per me sono un tesoro. Conosco, inspiegabilmente, tantissimi nomi di piante fiorite, so come piantare certi ortaggi e saprei farmi le camomilla dai campi. Piccole cose lo so.

E a voi, orticulturalmente parlando, cosa manca dei vostri nonni?

7 commenti:

  1. Serena, che meraviglia, io adoro gli orti, qualche anno fa, avendo un fazzoletto di terra a disposizione, me ne sono fatta uno tutto mio e mi ha dato grandi soddisfazioni. Ora purtroppo niente più terra, dove ho adesso ho un grande terrazzo dove, per prima cosa, ho provato a mettere cassette di pomodorini, zucchine, fragole......per me è stata una delusione, l'esposizione è pessima, manca il sole e le piante non sono riuscite a svilupparsi. E così mi devo accontentare di poche erbe aromatiche strategicamente piazzate in un angolino soleggiato :(
    Vabbè, mi son dilungata, tutto ciò per dirti che mi piace un sacco questo tuo progetto, e che ti auguro un meraviglioso raccolto!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  2. sei geniale!!!!!
    quante cose ci hanno insegnato i nostri nonni!! mi ricordo di quando mia nonna e la mia biszia facevano il sapone!! e quando mettevamo a terra le piantine, raccogliavamo le erbe spontanee...che sapere antico e prezioso!

    RispondiElimina
  3. Che bella idea da provare con i miei figli! Un bacio

    RispondiElimina
  4. Incantata! che idea geniale!!

    un bacione

    S.

    RispondiElimina
  5. Che bella idea! Io sono tra le fortunate (finchè vivo con i miei) con a disposizione campagna per coltivare un orto in terra... ma penso che se dovessi trasferirmi in una zona senza questa possibilità, farei carte false per avere un piccolo orto, anche in balcone! P.s. ti ho linkata nel mio post di oggi!

    RispondiElimina
  6. ma che figonza che sei...io piano piano sto ritagliando tempo per dare vita alla mia aiuola bonsai....piano piano arrivo anche io :) ma le fragole ci sono già

    RispondiElimina


Back to Top