28.1.13

Spaghetti alle vongole

 Eccoci qui. E' domenica, fuori batte un tiepido sole e il pane è in lievitazione.
Stamattina ho visto una lontra che si lavava il musetto.Una LONTRA, Sì. L'ho vista alla foce di un fiume, tuffarsi.
L'aria fredda mi pungeva il viso.
Ho comprato due tute, perche di questi tempi mi va una vita comoda.
Ho fatto una maschera all'argilla, perchè necessitavo di un rituale.
C'è bisogno di rituali, tempi ed abitudini stabili. Io che di abitudini ne ho davvero poche.

Ho cominciato a fare il pane da qualche settimana, con il lievito madre. Ai più può sembrare una perdita di tempo. Ma a me sa di magico. Sa di quelle cose che solo facendole capisci davvero la differenza tra fare e lasciar fare agli altri. Come avere un orto. Io per il momento panifico e panifico e panifico. Ho ancora un pò di difficolta coi tempi di lievitazione, ma imparerò. Ho comprato anche un libro che mi sembra molto educativo:questo .
Ho soprattutto voglia che diventi un rito, sacro, di famiglia. Di quelle cose che la domenica mattina ti svegli e ti ritrovi con le persone che ami a fare il pane. Che poi è l'alimento base, da lì tutto comincia. Ecco, voglio avere una famiglia con dei riti. Voglio le domeniche a pranzo insieme, il pomeriggio accoccolati a guardare un bel film sotto un plaid, e d'estate voglio lunghi picnic in montagna. Voglio viaggi e creare ricordi, voglio lavorare quanto basta per avere piu tempo. Voglio più tempo di qualità.
Voglio boicottare il centro commerciale e la grande distribuzione e diventare amica del mio fruttivendolo, del proprietario del negozio biologico qui vicino, del forno che fa quei biscotti fenomenali e di Vittorio, il pescivendolo. Voglio una vita lenta e godermi ogni istante. Me ne frego dei ritmi frenetici, delle ore al telefono e di aver tanti soldi ma poco tempo.
 E voi? cosa volete? 


SPAGHETTI ALLE VONGOLE Ingredienti (per 3 persone)

2 grappoli di pomodori pachino
1/2 kg di vongole dal vosto pescivendolo di fiducia
un bel mazzetto di prezzemolo tritato
1 spicchio d'aglio, olio evo, peperoncino e sale q.b.

Procedimento. Nulla di più semplice. In una pentola piuttosto capiente dai brdi alti fate soffriggere l'aglio nell'olio, aggiungete il prezzemolo, i pomodorini e fate rosolare per qualch minuto. Aggiungete anche le vongole pulite e coprite con un coperchio finche le vongole non si apriranno. A quel punto togliete dal fuoco. 
Cucinate la pasta in abbondante acqua salata e a cottura ultimata, anche un minuto prima, scolatela e mettetela nella pentola con le vongole. Amalgamate per bene il tutto e servite.
Enjoy!


PICCOLO APPUNTO SU COME PULIRE LE VONGOLE
Io questa volta non ho avuto tempo per cui le ho immerse nell'acqua fredda e mescolate energicamente per far uscire la sabbia. Le ho tolte dall'acqua scolandole per bene sotto acqua corrente a 10 minuti dalla cottura della pasta. E non ho avuto nessun problema.

In realtà le vongole andrebbero messe nell'acqua per almeno due ore per consentire alla sabbia di uscire  del tutto.

12 commenti:

  1. Molto interessanti! Li ho fatti pure io quest'estate, con una ricetta però leggermente diversa: http://langolodellacasalinga.blogspot.it/2012/08/spaghetti-alle-vongole.html
    Devo provare anche la tua, sono curiosa di natura!

    RispondiElimina
  2. io voglio abitare vicino al neozio biologico. chiedo troppo?

    RispondiElimina
  3. Pure Braciola è rimasta folgorata dalla maschera!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la mia maschera purificante è stata un successo!

      Elimina
  4. è incredibile come le tue parole si accordino perfettamente con quello che penso...
    soprattutto "Me ne frego dei ritmi frenetici, delle ore al telefono e di aver tanti soldi ma poco tempo".
    è esattamente quello che penso anche io.

    per quanto riguarda la pasta madre, vorrei imparare a farla, ma non ho avuto ancora la voglia di dedicarci il tempo e la cura necessari. grazie per il suggerimento del libro. tu hai imparato dal libro a farla? o hai trovato su internet? hai qualche link da suggeirci? grazie:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Amy, sei deliziosa. Io sto cercare di mettere in pratica le mie necessità, ma è dura eh!
      Per la pasta madre.... allora io ne ho avuto un bicchiere in dono da una mia amica che a sua volta lo aveva avuto dalla mitica Lo (conosci la gallinella Lo?)
      Se vuoi te ne spedisco un pò.
      Poi l'impegno è minimo: una volta a settimana devi rinfrescarla e decidere se usarla o meno. Per me è diventata tipo un animale domestico che guardo crescere ;)
      link da suggerire:
      http://www.pappa-reale.net/blog/
      http://www.pastamadre.net/

      Elimina
    2. grazie mille per la risposta e per i link :)
      ho già subito un'altra domanda: chi è la gallinella Lo?

      quindi si può decidere di rinfrescarla la domenica e farci il pane oppure no... avevo l'impressione di doverlo fare una volta ogni due o tre giorni e già mi veniva il panico perchè tra le mille cose che ci sono sempre da fare la sera di ritorno da lavoro, mi ci mancava anche questa..

      forse c'è una persona vicina cui posso chiedere di donarmene un po', se non andasse in porto davvero me la spediresti?

      Elimina
    3. ma come non conosci la Lo! devi rimediare: http://galline2ndlife.blogspot.it/
      la PM è molto gestibile... io pure me l'aspettavo una cosa disumana, da tedeschi...e invece!
      certo che te la spedirei... fammi sapere!

      Elimina
  5. Sere, un post da incorniciare!! Io sottoscrivo soprattutto questa frase: "Voglio viaggi e creare ricordi, voglio lavorare quanto basta per avere piu tempo. Voglio più tempo di qualità"... e anche il fatto che ci sia ancora (e forse oggi più che mai) bisogno di riti, di famiglia, di abitudini solide e stabili... ti abbraccio!! Davvero un bellissimo post :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia, ti riabbraccio fortissimo. Ce la faremo, vedrai!

      Elimina


Back to Top