30.12.11

arriva il 2012...

Again. Una nuova fine d'anno, un nuovo inizio. E anche se involontariamente, qualche piccolo bilancio lo si prova a fare. E allora cerco di ripercorrere quest'anno che è stato lunghissimo eppure così breve. Non mi va di fare bilanci ma mi sembra doveroso verso l'anno che sto per chiudere, per ricordare, per "tornare a casa" [Mr Gwyn (I narratori)].


 Cose da ricordare del 2011 [a livello puramente personale]
- una proposta inaspettata;
- il mio primo vero lavoro;
- le nubi amorose che si diradano;
- la non paura della crisi [ho pur sempre il mio orticello]
- la volontà di voler essere in qualche modo utile al mondo, e socialmente parlando [qui];
- la consapevolezza che lavoro per vivere e non vivo per lavorare;
- la riacquistata dignità di essere italiana dopo la caduta di un "certo" governo di bunga bunga;
- piccoli successi personali, laddove credevo che proprio non ce  l'avrei fatta [- 5 kg].

 Cose da fare nel 2012 [a livello puramente personale]
- coronare un sogno;  
- fare IL viaggio della vita;
abbandonare la lunaticità (quasi impossibile.... sono del cancro!);
- stimolare la creatività latente;
- cambiare città;
- Pilates;
- stimolare la professionalità, non cadendo nel baratro dello stacanovismo;
- fare solo ciò che mi va ed abolire la frase "come vuoi";
- fare una lista dei buoni propositi da controllare a fine 2012.

That's all.  La lista è breve, ridotta all'osso, con alcune specificità.

BUON ANNO A TUTTI, e speriamo non voli via! :)

20.12.11

Reciclare il pandoro.... Pandoro ripieno

AGGIORNAMENTO. Essendo la ricetta più cercata della settimana la RI posto per facilitarvi la vita! Nonchè per partecipare ad un fantastico contest!!! In fondo i vari link...

Siete lì a guardarlo da giorni e giorni... oppure lo avete riposto in chissà quale angolo della casa, nel ripiano piu basso della dispensa, nel ripostiglio, in cantina... premeditate di donarlo ad una mensa dei poveri. Di certo, i poveri, saranno stufi di mangiare le quintalate di panettoni e pandori che nel periodo natalizi tutti hanno donato....

allora, ecco, come reciclare il pandoro natalizio, senza trucchi e senza inganni. Vi leccherete letteralmente le dita. Garantito.

PANDORO RIPIENO
Ingredienti:
1 pandoro
Per la bagna:
Caffè, acqua, anisetta
Per la crema 1:
3 uova fresche
3 cucchiai di zucchero
200 g di mascarpone
200 ml di panna da montare
Per la crema 2:
250 g di margarina vallè
125 g di zucchero a velo
1 tazzina di caffè ristretto


Mandorle tostate e tritate
Cioccolta fondente grattuggiata

Procedimento. Partite dal pandoro e tagliatelo in tre strati. Bagnate il primo strato (quello in fondo per capirci) con un mix di acqua, caffe ed anisetta. Le dosi della bagna vanno in base ai gusti: di solito metto acqua e caffè con un solo cucchiaio di anisetta, perchè non mi piace molto liquoroso, ma è soggettivo. Sopra questo strato mettete la crema 1 e cospargete di cioccolata fondente grattuggiata. Bagnate lo trato intermedio e sopra di esso mettete di nuovo la crema 1 con la cioccolata grattuggiata (again!).
NB. per la crema 1 si procede come nel tiramisù, è la stessa crema! perciò montate a neve gli albumi con un pizzico di sale. A parte sbattete i tuorli con lo zucchero, unite il mascarpone e gli albumi. Infine unite la panna montata a neve. La crema 1 è pronta!
Bagnate l'ultimo strato e ricomponete quindi il pandoro. Ora è il momento della crema 2.
La crema 2 personalmente mi fa impazzire. Del resto basta guardare gli ingredienti per capire che è una vera e propria bomba calorica. Ma chissenefrega!!!!! ogni tanto si può!!!!
è una crema piuttosto densa, semisolida e burrosa....
si prepara mescolando la margarina con lo zucchero a velo e aggiungendo gradualmente il caffè ristretto. La quantita di caffè dipende dala consistenza della crema. Aggiungendolo gradualmente capirete quand'è il momento di fermarsi.
Con questa crema dovrete "intonacare" il pandoro, come quello nella foto e cospargerlo di una cascata di mandorle tritate. Enjoy!!!

AGGIORNAMENTO:  con questa ricetta partecipo al contest di Fashion Flavors  "ricicliamo il Natale"... il link lo trovate cliccando sull'immagine! spero proprio di avere un pò di fortuna!

I dieci comandamenti del cane.

Ad essere sincera ci vado poche volte,quando posso. Ma ogni volta mi si riempe il cuore di qualcosa di strano. Amore? si, forse amore. Amore per chi ama più di me e non ha paura e lotta per sopravvivere. Per chi aspetta un'anima buona. Sono loro.
Giada dall'ultima volta è lievitata. Sarà un cane meraviglioso da grande. Ieri alla fiera socializzava con tutti. Piper corre tra le colline insieme a Red e non vorrebbe mai tornare. Red mi ha dato una nasata in un occhio! :)
Ariel si tuffa ovunque ci sia una pozzanghera, uno stagno... un pò di acqua putrida. E poi con quelle zampine melmose si butta a pesce su di voi. Se avete una piscina è la vostra adozione perfetta!
Terry ha gli occhi più magnetici di tutto l'Abruzzo. Un orecchio floscio e tanto amore da dare.
Irene, è un uragano di coccole, allegria e voglia di vivere. E' morbida come un peluche ed io la adoro.
Rey è sfortunato, ma sta con Hope. E insieme si fanno le coccole, i sonni, il calduccio. E' un cane delicato. Come la scarpetta di cristallo di cenerentola.



Da piccola ho sempre sognato che i miei presi da un insana bontà mi regalassero un cucciolo tutto mio, un nuovo membro della famiglia. E' arrivato dopo molti anni e dopo una lite famigliare furibonda. Dopo le prime settimane il cucciolotto che ora ha due anni è stato eletto figlio prediletto, persona più intelligente della famiglia, confidente di fiducia, compagno di serate davanti alla tv accanto al fuoco acceso.

Allora collegatevi a questo sito, diventate followers e linkatelo sui vostri blog!!! :)

9.12.11

Consigli per gli acquisti. Film per Natale.

Creare l'atmosfera. Non è banale, basta andare in un centro commerciale e puff.... tutto svanisce, si viene risucchiati in un vortice di banalità e consumismo e ci ritroviamo a pensare solo a "cosa comprare". Si, i regali sono meravigliosi, farne e ricerverne, ma non vanno banalizzati.Qui, a L'Aquila,è diventato tutto un susseguirsi di centri commerciali. Mi mancano le passeggiate in centro, al freddo, con i neglozi addobbati, le luci lungo il corso e le persone avvolte in grosse sciarpe e cappelli, perse nella contemplazione delle vetrine. Mi manca girare l'angolo e venire risucchiata del profumo della cioccolata calda, della pizza, del pane appena sfornato. Mi mancano le mattine al mercato di piazza Duomo, quando qualche signore cominciava a portare il vischio che aveva raccolto da qualche albero e allestiva cosi una strana bancarella fatta di solo  vischio. Mi mancano i 99 rintocchi, la salita di Via Castello per raggiungere il centro. Mi manca un bel film al caldo, tra un capitolo e l'altro di qualche strano esame. Tra tutti i film che anche ora rivedrei con piacere, nonostante l'abbia visto piu di cento volte c'è questo:

Questo film, un divano, una coperta di pile, una tazza di the alla cannella, le lucine sul balcone e... il Natale sembra arrivato. Ma se non temete un pò di trsitezza c'è anche quest'altro che può aiutare ad entrare nel mondo del Natale:


E i vostri film del Natale, invece, quali sono?

6.12.11

Consigli per gli acquisti. Semplify your life.


Si , lo ammetto. Sono ufficialmente entrata nell'atmosfera natalizia. Mi sento un pò elfo di BABBO natale, fantastico su come addobbare l'albero. Sì, l'albero vero, che ora è sul mio (del Finn in realtà) balcone a stiracchiarsi i rami, dopo essere stato stretto stretto per tutto il tempo, a bere due sorsi di acqua fresca al gusto terrume per agrumi (avevamo solo quello- e l'ho preferito a quello per acidofile!)
Ho sempre erroneamente pensato che l'albero vero fosse una cosa NON ecologica, e invece ora che affronto seriamente l'argomento capisco che è il contrario. L'albero di plastica è anti ecologico, costa di piu, inquina l'ambiente, non profuma di pino e non fa girare l'economia. E poi diciamocela tutta, chi si è mai affezionato ad un albero finto? comunque, per convincervi- se gia non lo foste- vi lascio questo link.  Parola d'ordine: non stressate l'albero con spray e cose varie e tenetelo in un posto non troppo caldo, annaffiandolo spesso, del resto è vivo!
Certo- direte voi- e poi chi pulisce? beh.... visto che siamo a Natale e tutti in clima di regali.... oggi voglio consigliarvi un regalo che io e il Finn ci siamo fatti già ad agosto e di cui non possiamo lamentarci: il robottino! Lo abbiamo comprato online su amazon, e si, voglio fargli pubblicità! aiuta moltissimo e raccoglie anche i peli del gattaccio che gironzola liberamente. E soprattutto lavora da sè, mentre noi andiamo a fare la spesa. 
Così se abbiamo ospiti a cena e io sto preparando la cena, il Finn giocando alla Wii e la gatta dorme nella sua nuova cuccia, lui spazzola a terra e ci evita la figuraccia_! beh, un regalo cosi io ve lo consiglio assolutamente!
Tralasciando i regali- di cui in questi giorni ho intenzione di farvi una carrellata- chi sa dove si trova la casa di Babbo Natale!? che dite, si trova su Google Maps?



Back to Top