2.5.11

Le Virtù teramane

Oggi è il 1° Maggio, e come ogni buon Abruzzese sa, a Teramo, la mia città, si mangiano le Virtù. 
 Ora, spiegare cosa siano è un pò difficile. Comunque,immaginatevi un minestrone tutt'altro che vegetariano e assolutamente PESANTE, ma allo stesso tempo TROPPO, e dico troppo buono. Già lo scorso anno ve ne avevo parlato in questo post (spiegandovi un pò le sue origini contadine), e oggi ve ne voglio RIparlare e lasciarvi di nuovo la ricetta. Non pensate che sia un piatto da fare di ritorno dal lavoro in quattro e quattr'otto, anzi, ci vuole tempo, lunga cottura, scelta degli ingredienti, pulizia accurata della verdura... diciamo che i tempi di preparazione oscillano fra una mezza giornata e una giornata intera!

LE VIRTU' di Teramo
Ingredienti
(in quantità abbondanti e variabili... a occhio insomma!)
Carne di maiale: cotiche, piedi, orecchie, qualche pezzetto di carne magra,
prosciutto a cubetti
Legumi: fagioli, ceci, pochi piselli, poche lenticchie, fave
Verdure: carote, sedano, bieta, verza in quantità, pomodoro, cipolla
Pasta: dovrebbe essere mista, con qualche tortellino, pasta corta, e pasta all'uovo
NB. secondo la tradizione di ognuna di queste categorie dovremmo usare 7 elementi... diciamo che non seguo in tutto e per tutto la tradizione!
Preparazione:
La carne va innanzitutto sgrassata: va bollita a lungo nell'acqua, poi scolata e rimessa in acqua calda ben sminuzzata per 30 minuti. A questo punto aggiungiamo le verdure ben tritate e successivamente i legumi messi in ammollo la sera prima. Si aggiunge un pò di passata di pomodoro (la quantità varia in base ai gusti),olio, sale e un pizzico di pepe e si fa cucinare a lungo il tutto aggiungendo acqua calda se necessario. La preparazione è piuttosto lunga: gli ingredienti devono quasi spappolarsi del tutto, amalgamandosi perfettamente tra loro.
Quando tutto è pronto si cucina a parte la pasta e poi si butta nel nostro "calderone" finchè anch'essa non si amalgami e quasi spappoli..

 
Per chi non se ne fosse accorto, e dubito che qualcuno non se ne sia accorto, nella mia cucina è entrata la ME RA VI GLIO SA pentola in ghisa smaltata Le Creuset. La adoro. Rossa, allegra, elegante, perfetta. La sognavo da tempo ed alla fine è arrivata. I'm in love, è ufficiale.

12 commenti:

  1. E' il secondo pezzo forte della cucina!!!!
    Il primo ovviamente rimane la mia Cuochissima!!!

    RispondiElimina
  2. Un bel piatto diq uelli forti e saporiti che adoro e poi nelle pentole di Le creuset tutto assume un altro sapore!!!baci imma

    RispondiElimina
  3. che piatto!!! e poi queste pentole devono essere ottime per piatti come questi! complimenti per il blog :))

    RispondiElimina
  4. Io ho un'intera batteria di quelle pentole e le adoro, cuociono che è una meraviglia (anche le mie sono di quel colore!) Per quanto riguarda queso minestrone mi sono sentita piena solo a leggere gli ingredienti...però cavolo deve essere una delizia!!!!
    Un abbraccio
    fra

    RispondiElimina
  5. @imma:hai proprio ragione- un piatto forte!
    @fausta:grazie!
    @fra:leggero, no? :)ma sicuramente delizioso.
    @Finn: ♥

    RispondiElimina
  6. mmmmmmmmmmm da provare... solo che il Principino il minestrone non lo vuole nemmeno vedere: finisce che lo mangio tutto io!!

    RispondiElimina
  7. Ciao bella! non conosco questo piatto, ma deve essere molto buono!! La cocotte é stupenda!! baci!

    RispondiElimina
  8. cacchiarola!!!! ma è im sig. minestrone!!! Io lo adoro.. però non lo faccio mai proprio epr i lunghit empi. che non ho quasi mai a disposizione!!! ciaoo buona giornata :-D

    RispondiElimina
  9. anche io adoro quelle pentole, non sai che invidia!!!!!!!!!!!!
    paola http://paola-pronto.blogspot.com/

    RispondiElimina
  10. Non dirmelo...sei teramana!!! Ho avuto un tuffo al cuore a leggere il titolo di questo post!
    Da quando sono lontana da casa il minetsrone di verdure è diventato la tradizione del 1^ maggio, nella vana speranza di ricordare le virtù.
    Grazie per questo dolcissimo ricordo.
    Un abbraccio, buona settimana

    RispondiElimina
  11. Ho imparato una cosa nuova, non sapevo di quest'usanza..

    RispondiElimina
  12. azz.. una ricetta decisamente semplice e veloce! :D naturalmente io dico.. NE VALE LA PENA. Le lunghe preparazioni e le lunghe cotture spesso portano ad un eccellente risultato che ripaga egregiamente di tutto il tempo "speso"(bene) e il lavoro fatto. Proprio come in questo caso..

    RispondiElimina


Back to Top