8.3.09

Ricetta Torta Mimosa per la festa della donna

Bonjour a tous le monde!!!! stamattina il risveglio mi ha riservato un mondo a colori, un cielo azzurro, un sole caldo.... dei fiori allegri e una colazione deliziosa...


In più, oggi è l'otto marzo e ciò che si festeggia, anche per chi non festeggia e per chi non sente sua questa festa, deve farci ricordare che solo pochi decenni fa noi donne, pur rivestendo un ruolo fondamentale, vivevamo nell'ombra di qualcuno, non avevamo molti diritti e non avremmo neppure potuto immaginare di fare ciò che oggi facciamo... ciononostante ancora oggi la nostra situazione non è delle migliori e ce n'è ancora molta di strada da fare... perchè la parità di diritti molto spesso è solo una facciata... quando c'è, perchè in molti paesi non esiste ancora.
Detto questo... AUGURI A TUTTE!!! a quelle che lottano per vedersi riconosciuto il diritto di essere donne e non schiave, a quelle che soffrono a causa di chi non riconosce questo sacrosanto diritto, a noi, che lottiamo ogni giorno in una società che osanna la parità, ma poi a fatti non riesce a dimostrarlo. Insomma.... auguri a tutte, perchè nonostante tutto rendiamo la nostra vita magica istante per istante!!!


TORTA MIMOSA
Ingredienti per il pan di spagna:
125 g di farina
120 g di zucchero
3 uova
un pizzico di sale
mezzo limone grattuggiato
una bustina di lievito per pan di spagna

Ingredienti per la crema:
2 tuorli
50 g di zucchero
40 g di farina
250 ml di latte
un pezzo di scorza di limone

200ml di panna da montare
una scatola di ananas sciroppato



Procedimento. Preparate per prima cosa in pan di spagna. Sbattete lo zucchero con le uova, aggiungete un pizzico di sale, il limone grattuggiato e piano piano la farina setacciata. Infine unite il lievito. Amalgamate bene il tutto e mettete in forno a fuoco moderato per circa 40 minuti. Cottura avvenuta quando la prova dello stecchino è soddisfatta! Fate raffreddare in forno i primi 10 minuti e poi sfornate.
Intanto che il pan di spagna si raffredda preparate la crema. Sbattete i tuorli con lo zucchero, poi mettete sul fuoco basissimo aggiungendo la farina, il latte e la scorza di limone e cominciando a girare il tutto sempre nello stesso verso, senza fermarvi mai, pena la formazione di fastidiosissimi grumi. Quando la crema avrà raggiunto la consistenza desiderata toglietela dal fuoco e fatela raffreddare in una ciotola, girando di tanto in tanto.
A parte scolate l'ananas.
Con il succo e un cucchiaio di grand marnier preparate la bagna.
Tre fette di ananas le farete a pezzetti.
Montate la panna e unitela alla crema ormai fredda. Tenetene parte per la farcitura (circa la metà) e la restante unitela ai pezzetti di ananas.
Ora prendete il pan di spagna, tagliate la calotta e mettetela da parte. Scavate il pan di spagna lasciando ai bordi circa 2 cm e sbriciolate ciò che avete tirato fuori (servirà da guarnizione).
Siamo quasi alla fine, non temete! è più lungo a dirsi che a farsi!
Bagnate il pan di spagna con la bagna e riempitelo con la crema a cui avete unito i pezzi di ananas e la panna. Bagnate la calotta e intonacate la tirta con la crema che avevate messo da parte. A questo punto il momento più interessante: cospargete la torta di mimosa!!!! Non quella vera, ovviamente, ma il pan di spagna sbriciolato!!! Mi raccomando, non mettete la vera mimosa, se vi dovesse saltare in mente, perchè su giallozafferano ho scoperto che è velenosa!!!
Sù, prendetene una fetta!!!!

9 commenti:

  1. GRAZIE e ricambio gli auguri, perché ne abbiamo ancora tanto bisogno!!!!
    Stefania

    RispondiElimina
  2. quanto ci piace questa festa: ha un dolce davvero delicato e soffice...e soprattutto di un bel colore che richiama l'estate!
    prendiamo una fettina ok??!
    bacioni

    RispondiElimina
  3. Brava e bella la mia cuochissima!!! Auguri!!! torta buona buona! e io sono l'ingordo finn!

    RispondiElimina
  4. Che bella questa torta ....auguri!

    RispondiElimina
  5. ma che meraviglia!!!
    complimenti davvero ;)

    RispondiElimina
  6. sono un po in ritardo ma auguri e che magnifica torta che hai fatto!!!ciao

    RispondiElimina
  7. Verissimo, spesso i diritti riconosciutici sono solo una facciata: basta pensare a quando, sul lavoro, esponiamo i nostri punti di vista, magari discordanti da quelli dei superiori. Quando lo fanno gli uomini le loro sono considerazioni ragionate, nel nostro caso si tratta di deliri premestruali. Ma la tua torta mimosa è bellissima...

    RispondiElimina
  8. ma quante goloserieeeeeee......meglio chiudere gli occhi....e come sono d'accordo con te sui diritti delle donne....lavarsi la coscienza con una festa e poi ....che fatica! un bacione

    RispondiElimina
  9. secondo voi la torta mimosa è adatta come torta nuziale??!! grazie

    RispondiElimina


Back to Top