10.12.14

di malvagità e cranberries- torta ai cranberries

"Questa è la cosa più malvagia che mi hai fatto dal giorno del matrimonio"
Così la mia frizzante metà  ha commentato l'assaggio del primo cranberry fresco della sua vita. Io non ne ho avuto il coraggio.

Fatto sta che qualche giorno prima li avevo visti per la prima volta nella mia vita al supermarket e non avevo saputo resistere. Li ho presi. (La loro presenza era dovuta all'avvicinarsi del giorno del Ringraziamento, che prevede il tacchino accompagnato anche da una salsina dei suddetti).

Ma dopo l'affermazione sconsolante del consorte è sorto il dubbio su cosa farne. 
Alla fine, per farla breve, ne è nata una torta che -dopo essere stata assaggiata i maniera esplorativa dal Finn- ho reputato essere molto interessante per via del suo contrasto tra il sapore forte/acidulo dei cranberries e la dolcezza propria della torta. 

Così, se anche voi vi state chiedendo cosa fare di quei frutti poco commestibili che avete in frigo, non vi rimane che provare a impastare questa robina qui!

27.11.14

Pesto di broccoli - assolutamente da provare


Dopo il post disperato dell'altra volta eccomi qui nel pieno delle mie facoltà psico-fisiche a rispolverare queste pagine e a dire, a chi si è preoccupato, GRAZIE! grazie per i vostri messaggi su facebook e scusate se non ho risposto ma ci sono state giornate NO e quando tutto è passato non mi andava di ripensare a questa sporca storia. Ma forse un giorno ve ne parlerò. Però sappiate che ho apprezzato ogni vostro messaggio, ognuno mi ha scaldato il cuore.

Dicevo. L'equilibrio è stato ristabilito e dopo la fuga in terra natia eccomi di nuovo qui, nel deserto Abu Dhabino a portare avanti quest'avventura.

A cercare di sopravvivere alla mancanza di verdure a foglia verde. In realtà in valigia ho portato bieta, cicoria e rape lesse... ma non diciamolo a chi mi conosce di persona, è un pò vergognoso! fatto sta che conservo nel freezer queste bustine verdi come fossero qualcosa di magico e introvabile, come l'ingrediente indispensabile per una pozione miracolosa. SI, lo so, non sto tanto bene! ;)
Per cui, almeno per i primi 10 giorni le mie bustine sono intoccabili, reliquie, e ci diamo al broccolo trovato da Waitrose che faceva bella mostra di se a prezzi vergognosi.

Questa ricetta non l'avevo mai immaginata e invece nei vostri blog ne ho trovate moltissime versioni che mi hanno entusiasmata. Quella più temeraria prevedeva di frullare il broccolo nature, crudo, come si fa col basilico. Io ho preferito lessarlo qualche minuto, ma magari la prossima volta ci provo, hai visto mai! Alcune al posto dei pinoli aggiungevano mandorle o noci e anche basilico... io l'ho fatto come segue, semplice e buonissimo, nonchè delicatissimo.

PESTO DI BROCCOLI (per 2 persone affamate e 200 g di pasta)300 g di broccolo verde lessato per 8 min
2 cucchiai di parmigiano grattugiato
2 cucchiai di pinoli
1 cucchiaio olio evo
sale q.b.


Procedimento. Una volta lessati i broccoli non buttate l'acqua di cottura ma conservatela per lessare la pasta. Scolate il broccolo e insieme a tutti gli altri ingredienti mettetelo nel mixer e frullate per bene. Se la consistenza non è abbastanza cremosa potete aggiungere qualche cucchiaio di acqua di cottura. Assaggiate con un cucchiaio: non è buonissimo?
Una volta pronto mettetelo in una padella e buttateci dentro la pasta cotta molto al dente e fate amalgamare per bene per qualche minuto. Semplice no? enjoy!

ps. Se ve ne avanza un pò potete metterlo in un vasetto e congelarlo per la prossima pasta!

Back to Top