24.7.14

Gelato alla Nocciola- fatto in casa con gelatiera

[foto rubata alle ultime cucchiaiate]

Allora come procede la vostra calda estate? Lo so, inutile fare umorismo sulle ferie che volano via tra temporali, pioggia e freschetto freddo. Sul lungomare della mia città si vedono anime in pena/ spiriti fluttuanti aggirarsi con ombrelli in mano e impermeabile, i piu temerari in bicicletta aspettando che qualche raggio di sole scaldi il lettino che hanno pagato con largo anticipo. Arriverà l'estate? Io aspetto con ansia che il Finn vada in ferie per poter dare il via alle vere vacanze. Già pregusto giornate in anonimi paesini dell'entroterra marchigiano ed abruzzese, bombardamenti di foto su instagram, prodotti tipici, sagre serali, e infine - o per iniziare- la France!
Nel frattempo mi dedico ai gelati, per la gioia del Finn!
La sperimentazione del gelato continua e questa settimana è la volta della nocciola, uno dei gusti piu amati dal mondo. Per me è stato sempre un gusto troppo dolce e banale, ma con la gelatiera si riscoprono i veri sapori degli ingredienti e certe volte è davvero una piacevole sorpresa. E allora che gelato alla nocciola sia!
GELATO ALLA NOCCIOLA homemade
100 g di nocciole tostate e sbucciate
330 g latte fresco intero
1 tuorlo
90 g zucchero
mezza bacca di vaniglia

Procedimento. E' lo stesso del gelato al pistacchio :)
*Se avete delle nocciole NON tostate non disperate: TOSTARE LE NOCCIOLE SI PUò! mettendole in forno a 160°C per 12 minuti circa.  Tolte dal forno e fatte raffreddare, strofinandoli tra le mani la pellicina dovrebbe venir via quasi tutta. [Se volete ovviare al problema di qualche pellicina che persiste potete prima buttarle in acqua bollente per pochi minuti, sbucciarle, farle asciugare e procedere alla tostatura]. Più sarà lunga la tostatura e più il sapore sarà intenso, sempre senza esagerare*.
  1. PASTA DI NOCCIOLA. In un piccolo tritatutto/mixer fate frullare le nocciole per qualche minuto finchè non si crea la pasta.
  2. Sul gas, in un pentolino versate il latte, lo zucchero, il tuorlo e i semini della vaniglia; amalgamate con un frullatore ad immersione e tenetelo sul fuoco finchè il composto non raggiungerà 80-90°C, e a quel punto il tuorlo sarà pastorizzato.
  3. Togliete dal fuoco, aggiungete la pasta di nocciole ed amalgamate ancora con il frullatore ad immersione. Fate raffreddare del tutto.
  4. Versate il tutto nella vostra gelatiera già in funzione e attendete il tempo necessario perchè il gelato sia pronto. La mia gelatiera impiega circa 30 minuti.
  5. Riponete in congelatore per almeno 30 minuti e al momento opportuno portate in tavola e... enjoy!

23.7.14

Gelato al pistacchio fatto in casa


Certi giorni mi vengono in mente delle cose che devo assolutamente avere: da quel momento in poi non c'è ritorno, state pur certi che mi procurerò l'amato oggetto del desiderio. 
Qualche settimana fa è stata la volta della gelatiera. E' successo nel preciso istante in cui la mia amica Vale mi ha parlato del suo godurioso gelato al pistacchio ed io ho pensato che ad Abu mi avrebbe fatto proprio comodo e... poi una sera mi si materializza davanti nel reparto elettrodomestici esattamente il modello che cercavo e che amazon, stranamente, non aveva. 
DESTINO. Il gelataio simac è diventato mio.
La ricetta l'ho presa da uno dei blog che adoro e che non mi delude mai: Croce e delizia.

GELATO AL PISTACCHIO homemade
80/90 g di pistacchi
330 g latte fresco intero
1 tuorlo
90 g zucchero
mezza bacca di vaniglia
Procedimento.
  1. TOSTARE I PISTACCHI mettendoli in forno a 160°C per 7-9 minuti.  Tolti dal forno e fatti raffreddare, strofinandoli tra le mani la pellicina dovrebbe venir via quasi tutta, anche se a me non succede mai e ne resta sempre una certa quantità. [Se volete ovviare al problema potete prima buttarli in acqua bollente per pochi minuti, sbucciarli, farli asciugare e procedere alla tostatura]. Più sarà lunga la tostatura e più il sapore sarà intenso, sempre senza esagerare.
  2. PASTA DI PISTACCHIO. In un piccolo tritatutto/mixer fate frullare i pistacchi per qualche minuti finchè non si crea la pasta di pistacchio.
  3. Sul gas, in un pentolino versate il latte, lo zucchero, il tuorlo e i semini della vaniglia; amalgamate con un frullatore ad immersione e tenetelo sul fuoco finchè il composto non raggiungerà 80-90°C, e a quel punto il tuorlo sarà pastorizzato.
  4. Togliete dal fuoco, aggiungete la pasta di pistacchio ed amalgamate ancora con il frullatore ad immersione. Fate raffreddare del tutto.
  5. Versate il tutto nella vostra gelatiera già in funzione e attendete il tempo necessario perchè il gelato sia pronto. La mia gelatiera impiega circa 30 minuti.
  6. Riponete in congelatore per almeno 30 minuti e al momento opportuno portate in tavola e... enjoy!
Ovviamente col pistacchio di Bronte tutto dovrebbe essere molto più buono, ma il mio gelato è venuto perfetto anche con il pistacchio venuto dal lontano mondo arabo -che ho portato in terra natia sprezzante del pericolo peso eccessivo in valigia!  Inoltre la tostatura più decisa e qualche buccia in più hanno dato al gelato un gusto ancora più deciso che mi è piaciuto davvero molto.


Back to Top